In onore della vittoria dello Stato del North Dakota e la possibilità di Clemson di vincere tre titoli in quattro anni, diamo un’occhiata al concetto della dinastia nel college football.

Il college football è uno di quegli sport che sembrano costruiti su misura per impedire la formazione di dinastie. Con così tanti programmi diversi ad ogni livello, le probabilità di sfondare anno dopo anno per vincere un campionato nazionale sono apparentemente rare, specialmente al di sotto del livello FBS in cui le squadre devono effettivamente negoziare un vero sistema di playoff piuttosto che un gioco aggiuntivo in una parentesi a quattro squadre. Eppure la dinastia persiste, ad ogni livello dello sport.

Dopo la vittoria per 28-20 su James Madison nel campionato NCAA Division I di calcio al Toyota Stadium di Frisco, Texas, lo stato del North Dakota ha rivendicato l’ottavo campionato nazionale della scuola nelle ultime nove stagioni. In quel periodo i Bisonti hanno impiegato tre diversi allenatori, eppure continuano a dominare la loro competizione FCS. In termini di dinastia, nessuna scuola può superare il bisonte in termini di dominio sostenuto sui loro colleghi ad un dato livello.

Questo non vuol dire che una squadra deve effettivamente possedere una corona nazionale per quasi un intero decennio per guadagnare lo status di dinastia. Clemson è sulla cuspide della designazione in questa stagione nei ranghi FBS. Mentre la squadra di Dabo Swinney si prepara ad affrontare LSU in uno scontro di Tigri, hanno l’opportunità di unirsi a una manciata selezionata di programmi che hanno vinto tre campionati nazionali in quattro anni nella massima divisione di questo sport.

Con questo in mente, diamo un’occhiata rapidamente alle migliori dinastie che sono esistite ad ogni livello di college football.

NAIA: Carroll College

Il college privato cattolico di arti liberali nella capitale del Montana era la forza egemonica a livello NAIA all’inizio del 21 ° secolo. Sotto l’allenatore Mike Van Diest, i Fighting Saints vinsero sei campionati nazionali e giocarono per altri due in un arco di 10 anni dal 2002 al 2011.

La loro prima corona arrivò nel 2002 contro il Georgetown College of Kentucky. Altri tre campionati nazionali seguiti in successione come Carroll è andato su un quattro torba tra il 2002 e il 2005. Dopo aver perso nei quarti di finale dei playoff NAIA nel 2006, i Fighting Saints sono tornati nella partita del titolo nel 2007 e hanno vinto un quinto campionato in sei anni.

Tornando al campionato per la sesta volta nel 2008, Carroll cadde a Sioux Falls. Il 2009 è stato un anno negativo in quanto hanno perso la partita dopo una perdita in semifinale, ma la squadra di Van Diest è tornata nel 2010 e ha vinto il sesto campionato nazionale della scuola. Una perdita a St. Xavier nel 2011 ha concluso la striscia di dominio da parte dei Fighting Saints, ma rimangono la dinastia più impressionante a livello NAIA nella storia del college football.

Divisione III: Mount Union

Quando Larry Kehres sbarcò ad Alliance, Ohio nel 1986 per assumere il ruolo di capo allenatore di football a Mount Union, corse immediatamente il tavolo nella stagione regolare. I Purple Raiders persero nei quarti di finale della Division III, e ci vollero altri sette anni prima che finalmente sfondassero. Una volta fatto, però, Mount Union è emerso come il programma contro il quale tutte le altre squadre di Divisione III sono misurati.

Il primo titolo arrivò nel 1993 con una vittoria 34-24 su Rowan a Salem, Virginia. I Purple Raiders hanno anche messo insieme due tre torbiere separate, gestendo la tabella per tre anni consecutivi dal 1996 al 1998 e di nuovo dal 2000 al 2002. Nel corso di un arco di 20 anni tra 1993 e 2012, Mount Union si allontanò con 11 campionati nazionali.

Anche quando Lance Leipold costruì la propria dinastia a Wisconsin-Whitewater, vincendo sei campionati in otto anni, fu inserita all’interno della dinastia Mount Union e si affidò alla gravitas dei Purple Raiders per la propria legittimità. Ognuno dei campionati dei Warhawks è venuto contro Mount Union in finale, come i Purple Raiders ha giocato anche per altri cinque titoli nazionali nel corso di Kehres ‘ span come capo allenatore. Dopo essersi dimesso nel 2012, inoltre, suo figlio Vince ha preso Mount Union per altri quattro giochi del titolo, vincendone due.

Division II: Grand Valley State

Dal 2001 al 2009, Grand Valley State ha giocato per il campionato nazionale di Division II sei volte e ha vinto la partita quattro volte in cinque anni sotto gli allenatori Brian Kelly e Chuck Martin. Entrambi hanno usato il lavoro dei Lakers come trampolino di lancio per atterrare nella FBS, rivelando quanto fosse dominante questo programma nel primo decennio del 21 ° secolo.

Nel 2001, i Lakers di Brian Kelly caddero 17-14 contro il North Dakota nella partita di campionato. L’anno seguente, Grand Valley State tornò a Florence, Alabama e vinse la loro prima corona in un takedown 31-24 di Valdosta State. La squadra del 2003 finalmente si vendicò per la sconfitta contro il North Dakota due anni prima, abbattendo i Fighting Sioux per vincere i campionati nazionali back-to-back. Kelly passò a subentrare al Central Michigan l’anno successivo, lasciando il coordinatore difensivo Chuck Martin a subentrare ai Lakers.

Nella prima stagione di Martin al timone, il Grand Valley State ha perso la corona della Great Lakes Conference ma è comunque arrivato ai quarti di finale dei playoff della Division II. Un anno dopo, la squadra di Martin ha corso il tavolo per il terzo titolo nazionale della scuola e poi ha esteso la striscia vincente a 28 dritto come hanno sostenuto un quarto nel 2006. Martin è rimasto ad Allendale, Michigan per altre tre stagioni, ma ha perso il campionato nazionale 2009 prima di prendere un lavoro a Notre Dame.

Division I FCS: North Dakota State

La lunga serie di successi dello Stato del North Dakota iniziò quando Craig Bohl rilevò il Bison nel 2003 e contribuì a guidare la transizione dalla Division II alla FCS. Ci sono voluti quasi un decennio, ma Bohl sviluppato North Dakota State in un anno centrale elettrica dopo anno fino a quando il Bisonte è andato su una corsa di tre anni titolo nazionale tra il 2011 e il 2013. Lo sforzo di costruzione da parte di Bohl ha guadagnato l’allenatore una promozione ai ranghi FBS a Wyoming.

Nel coordinatore difensivo a gradini Chris Klieman per mantenere i bei tempi a rotazione in Fargo. L’equipaggio di Klieman è andato avanti e ha vinto i campionati nazionali 2014 e 2015 prima che una sconfitta a sorpresa nelle semifinali FCS 2016 a James Madison concludesse una striscia di cinque titoli nazionali consecutivi. Il Bisonte si è raggruppato ed è tornato in 2017 per iniziare una nuova serie. Klieman ha vinto i titoli 2017 e 2018 per il Bison prima di saltare anche fino ai ranghi FBS per prendere il posto di Bill Snyder a Kansas State.

Seguendo lo stesso progetto di quando Bohl lasciò Fargo, lo Stato del North Dakota promosse il coordinatore difensivo Matt Entz in cima alla piramide della leadership. Entz ha continuato la tradizione vincente nella sua prima stagione, portando il Bison a un record di 16-0 e il loro ottavo campionato nazionale in nove stagioni. Nessun altro programma ha sostenuto il successo per così tanto tempo o sotto così tanti allenatori diversi, almeno nell’era moderna di questo sport.

Divisione I FBS: Oklahoma

Il più grande problema con la valutazione di chi si qualifica come una dinastia nella massima divisione del college football è il fatto che non esiste un meccanismo singolare per determinare i campioni nazionali a livello FBS. Anche nell’era dei playoff del College Football, la mancanza di una sanzione esclusiva NCAA significa che i titoli nazionali divisi sono sempre una possibilità.

Abbiamo visto squadre come Alabama mantenere il successo dall’era BCS nel College Football Playoff. Prima di ciò, il Sunshine State ha prodotto corse sostenute prima da Miami negli 1980 negli 1990 e poi dal rivale Florida State negli 1990 in poi all’inizio del 21 ° secolo. Nebraska negli ultimi anni di Tom Osborne era un colosso pure.

Una scuola, però, si distingue sopra il resto. Questa è l’iterazione degli Oklahoma Sooners che ha giocato sotto Bud Wilkinson nel 1950. Anche se non erano una delle squadre del club esclusivo che ha vinto tre titoli in quattro anni, Sooners di Wilkinson rimangono paragoni di eccellenza sostenuta.

All’inizio della sua carriera, le squadre di Wilkinson hanno disputato una striscia vincente di 31 partite tra il 1948 e il 1950 e hanno vinto il titolo nazionale nel 1950. Più tardi, hanno intrapreso una striscia vincente di 47 partite tra il 1953 e il 1957 che rimane il record NCAA fino ad oggi. Le squadre di Wilkinson furono nominate campioni nazionali nel 1955 e nel 1956, e sembravano una forza perennemente inarrestabile fino a quando Notre Dame finì definitivamente la striscia vincente nel 1957.

A differenza delle altre divisioni del college football, però, dichiarare una dinastia definitiva sarà sempre più difficile nei ranghi della FBS. Clemson è attualmente pronta a inserire il loro nome nella discussione, però, come si allineano il Lunedi nella loro quarta partita di campionato College Football Playoff in cinque anni e cercare di unirsi al piccolo club di squadre con tre titoli in quattro anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lg