La parola commercio è un termine che usiamo regolarmente nella nostra lingua e che è stato associato con l’attività economica, in particolare associato con l’acquisto e la vendita.

di Business che comporta l’acquisto e la vendita di merci al mercato e trarre profitto da una tale azione

anche se ha molti usi, la più estesa, senza dubbio, è uno che ci consente di fare riferimento al business che qualcuno fa per vendere, comprare o scambiare prodotti, beni, servizi, tra gli altri, per volere di un mercato, e con la missione di raggiungere attraverso lo stesso beneficio economico.

Va notato che il suddetto scambio implica la consegna di qualcosa in cambio di qualcos’altro che ha lo stesso valore monetario, o in sua assenza, il pagamento di un determinato prezzo che il venditore assegna alla cosa in questione.

Origini e storia

L’origine del commercio è davvero millenaria, risale alla fine della fase neolitica e l’agricoltura sarebbe la prima questione di scambio tra uomini, perché quando l’attività si perfezionò e il raccolto fu abbondante al punto da lasciare un residuo, tale surplus cominciò ad essere scambiato con altri valori dal produttore.

Il baratto successivo sarebbe stato sostituito dall’introduzione della valuta.

L’evoluzione delle società ha generato che si cercavano alternative più redditizie e anche quando questo progresso si è verificato nella società, i bisogni dei suoi membri sono cresciuti e solo il commercio poteva già soddisfarli in modo efficiente.

Il commercio è stato senza dubbio la risorsa di espansione e crescita che molte comunità di un tempo hanno trovato, vendendo i loro prodotti in luoghi del pianeta certamente lontani dalla loro posizione.

naturalmente, questo fatto incentivato lo sviluppo del trasporto, perché, naturalmente, quelle merci prodotte in un unico luogo doveva essere portato in modo soddisfacente ad un altro molto lontano, e quindi il trasporto è stato migliorato in tutte le sue espressioni, marittime, terrestri, tra gli altri, di essere in grado di collegare le aree remote e la creazione di strettamente rotte commerciali che generano una rete di popolazioni e città che viveva anche da questo commercio.

Quando compariranno i sistemi monetari, le transazioni commerciali saranno facilitate.

Classi di commercio

Ci sono diversi tipi di negoziazione, quali: commercio all’ingrosso (caratterizzata, perché l’acquirente non è il consumatore finale, ma di un altro commerciante o società), il commercio al dettaglio (in questo caso l’acquirente è un consumatore finale del prodotto), il commercio interno (quella che si è imposta tra gli individui appartenenti alla stessa nazione), il commercio estero si verifica tra le imprese o gli individui che risiedono in paesi diversi).

Commercianti e codici da rispettare

L’individuo che è professionalmente impegnato nell’attività di trading è popolarmente conosciuto come un commerciante.

I codici commerciali riconoscono come commercianti quelle persone che hanno il potere legale di contrattare e che svolgono atti commerciali in proprio e che svolgono la loro professione abituale.

È la persona che acquista e vende beni e anche colui che li produce e poi li vende al maggiore o minore.

L’attività del commerciante è quella di acquistare prodotti a un prezzo di costo e quindi aggiungerà un margine per il suo profitto e quindi verrà fissato il prezzo al dettaglio, l’aggregato sarà il suo profitto.

Va notato che qualsiasi commerciante deve aderire alle disposizioni del codice commerciale.

Tra questi, spicca: registrare legalmente l’attività che si sviluppa nel registro corrispondente e che è controllata dalle varie camere commerciali; specificare gli spazi intorno alla città che sono previsti dalla legge e in relazione all’attività svolta; dare l’alto nelle entrate fiscali dell’entità per poter pagare le tasse stabilite dall’attività; portare il giorno i libri richiesti dalla legge; consegnare le fatture ai clienti per i loro acquisti, quindi lasciare le vendite registrate; e, infine, avere un comportamento etico al di sopra di ogni rimprovero che non sia ingiusto o disonesto con i loro concorrenti.

Stabilimento in cui si svolge il commercio

D’altra parte, lo stabilimento, vale a dire il luogo fisico in cui si svolge il commercio, è anche designato come commercio.

Inoltre, la parola designa l’azione del trading e il suo risultato.

Nel frattempo, il trading comporterà una negoziazione, vendita o acquisto di prodotti o correlati con l’obiettivo di raggiungere profitti.

E tutti i locali commerciali, così come gli individui impegnati in questo settore dell’economia, sono generalmente indicati come commercio. “Il settore del commercio è stato duramente colpito dalle recenti misure economiche adottate dal governo.”

E non dobbiamo ignorare che in alcune situazioni e contesti a questa parola viene attribuita una connotazione negativa perché si riferisce ad un business illecito, come la vendita di droghe o di qualsiasi altro prodotto o bene ma che viene effettuato clandestinamente e senza la dovuta autorizzazione e controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lg