pubblicato la Prima volta su MSDN su Maggio 27, 2011
Ciao Cluster Fan,

Questo post del blog sarà chiarire la pianificazione considerazioni intorno
quorum
in un Cluster di Failover e rispondere ad alcune delle domande più comuni che sentiamo.

La configurazione del quorum in un cluster di failover determina il numero di errori che il cluster può sostenere pur rimanendo in linea. Se si verifica un ulteriore errore oltre questa soglia, il cluster interromperà l’esecuzione. Una percezione comune è che il motivo per cui il cluster smetterà di funzionare se si verificano troppi errori è impedire ai nodi rimanenti di assumere troppi carichi di lavoro e di sovraccaricare gli host. In realtà, il cluster non conosce i limiti di capacità o se si sarebbe disposti a prendere un colpo di prestazioni al fine di tenerlo in linea. Piuttosto il quorum è progettato per gestire lo scenario quando c’è un problema con la comunicazione tra insiemi di nodi cluster, in modo che due server non tentino di ospitare contemporaneamente un gruppo di risorse e scrivere sullo stesso disco allo stesso tempo. Questo è noto come un “cervello diviso” e vogliamo evitare questo per evitare qualsiasi potenziale corruzione di un disco che abbia due proprietari di gruppi simultanei. Avendo questo concetto di quorum, il cluster costringerà il servizio cluster a fermarsi in uno dei sottoinsiemi di nodi per garantire che esista un solo vero proprietario di un particolare gruppo di risorse. Una volta che i nodi che sono stati fermati possono ancora una volta comunicare con il gruppo principale di nodi, si ricongiungeranno automaticamente al cluster e avvieranno il loro servizio cluster.

Per ulteriori informazioni sul quorum in un cluster, visitare:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc731739.aspx
.

Voto verso il Quorum

Avere ‘quorum’, o la maggioranza degli elettori, si basa su un algoritmo di voto in cui più della metà degli elettori deve essere online e in grado di comunicare tra loro. Poiché un determinato cluster ha un insieme specifico di nodi e una configurazione specifica del quorum, il cluster saprà quanti “voti” costituiscono la maggioranza dei voti o il quorum. Se il numero di votanti scende al di sotto della maggioranza, il servizio cluster si fermerà sui nodi in quel gruppo. Questi nodi saranno ancora in ascolto per la presenza di altri nodi, nel caso in cui un altro nodo appare di nuovo sulla rete, ma i nodi non inizierà a funzionare come un cluster fino a quando il quorum esiste di nuovo.

È importante rendersi conto che il cluster richiede
più di
metà dei voti totali per raggiungere il quorum. Questo per evitare di avere un ‘pareggio’ nel numero di voti in una partizione, poiché la maggioranza significherà sempre che l’altra partizione ha meno della metà dei voti. In un cluster a 5 nodi, 3 votanti devono essere online; eppure in un cluster a 4 nodi, 3 elettori devono anche essere online per avere la maggioranza. A causa di questa logica, si consiglia di avere sempre un numero dispari di elettori totali nel cluster. Ciò non significa necessariamente che sia necessario un numero dispari di nodi poiché sia un disco che una condivisione di file possono contribuire a un voto, a seconda del modello di quorum.

Un elettore può essere:

  • Un nodo
    • 1 Voto
    • Ogni nodo del cluster ha 1 voto
  • Un Disco “Testimonianza” o “Condivisione di File”
    • 1 Voto
    • 1 Disco di un Testimone o di 1 Condivisione di File può avere un voto in cluster, ma non di più dischi, più condivisioni di file, né qualsiasi combinazione dei due

Tipi di Quorum

Ci sono quattro tipi di quorum. Questa informazione è disponibile anche qui:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc731739.aspx#BKMK_choices
.

Maggioranza dei nodi

Questo è il tipo di quorum più semplice da comprendere ed è consigliato per i cluster con un numero dispari di nodi(3 nodi, 5 nodi, ecc.). In questa configurazione, ogni nodo ha 1 voto, quindi c’è un numero dispari di voti totali nel cluster. Se esiste una partizione tra due sottoinsiemi di nodi, il sottoinsieme con più della metà dei nodi manterrà il quorum. Ad esempio, se un cluster a 5 nodi si divide in un sottoinsieme a 3 nodi e in un sottoinsieme a 2 nodi, il sottoinsieme a 3 nodi rimarrà online e il sottoinsieme a 2 nodi non sarà in linea fino a quando non sarà in grado di riconnettersi con gli altri 3 nodi.

Nodo & Maggioranza del disco

Questa configurazione del quorum è più comunemente utilizzata poiché funziona bene con i cluster a 2 e 4 nodi che sono le distribuzioni più comuni. Questa configurazione viene utilizzata quando c’è un numero pari di nodi nel cluster. In questa configurazione, ogni nodo ottiene 1 voto, e inoltre 1 disco ottiene 1 voto, quindi in genere c’è un numero dispari di voti totali.

Questo disco è chiamato Disk Witness (a volte indicato come “disco quorum”) ed è semplicemente un piccolo disco cluster che si trova nel gruppo di archiviazione disponibile del cluster. Questo disco è altamente disponibile e può eseguire il failover tra i nodi. È considerato parte del gruppo di risorse principali del cluster, tuttavia è generalmente nascosto alla vista in Failover Cluster Manager poiché non ha bisogno di essere interagito con.

Poiché ci sono un numero pari di nodi e 1 voto di testimone del disco di aggiunta, in totale ci sarà un numero dispari di voti. Se c’è una partizione tra due sottoinsiemi di nodi, il sottoinsieme con più della metà dei voti manterrà il quorum. Ad esempio, se un cluster a 4 nodi con un testimone del disco si divide in un sottoinsieme a 2 nodi e in un altro sottoinsieme a 2 nodi, uno di questi sottoinsiemi possederà anche il Testimone del disco, quindi avrà 3 voti totali e rimarrà online. Il sottoinsieme a 2 nodi sarà offline fino a quando non sarà in grado di riconnettersi con gli altri 3 elettori. Ciò significa che il cluster può perdere la comunicazione con due elettori qualsiasi, siano essi 2 nodi o 1 nodo e il disco Testimone.

Nodo & File Share Majority

Questa configurazione del quorum viene solitamente utilizzata in cluster multi-sito. Questa configurazione viene utilizzata quando c’è un numero pari di nodi nel cluster, quindi può essere utilizzata in modo intercambiabile con la modalità quorum di maggioranza del nodo e del disco. In questa configurazione ogni nodo ottiene 1 voto, e inoltre 1 condivisione di file remoto ottiene 1 voto.

Questa condivisione di file è chiamata File Share Witness (FSW) ed è semplicemente una condivisione di file su qualsiasi server nella stessa foresta AD a cui tutti i nodi del cluster hanno accesso. Un nodo nel cluster posizionerà un blocco sulla condivisione di file per considerarlo il “proprietario” di tale condivisione di file e un altro nodo afferrerà il blocco se il nodo proprietario originale fallisce. Su un server autonomo, la condivisione di file di per sé non è altamente disponibile, tuttavia la condivisione di file può anche mettere su una condivisione di file in cluster su un cluster indipendente, rendendo il cluster FSW e dandogli la possibilità di failover tra i nodi. È importante non mettere questo voto su un nodo nello stesso cluster, né all’interno di una VM sullo stesso cluster, perché perdere quel nodo causerebbe la perdita del voto FSW, causando la perdita di due voti in un singolo errore. Un singolo file server può ospitare più FSW per più cluster.

Generalmente i cluster multi-sito hanno due siti con un numero uguale di nodi in ciascun sito, dando un numero pari di nodi. Aggiungendo questo voto aggiuntivo a un sito 3
rd
, c’è un numero dispari di voti nel cluster, con pochissime spese rispetto alla distribuzione di un sito 3
rd
con un nodo cluster attivo e DC scrivibile. Ciò significa che il sito o l’FSW possono essere persi e il cluster può ancora mantenere il quorum. Ad esempio, in un cluster multi-sito con 2 nodi al Site1, 2 nodi al Site2 e un FSW al Site3, ci sono 5 voti totali. Se c’è una partizione tra i siti, uno dei nodi in un sito sarà proprio il blocco al FSW, in modo che il sito avrà 3 voti totali e rimarrà in linea. Il sito a 2 nodi sarà offline fino a quando non sarà in grado di riconnettersi con gli altri 3 elettori.

Legacy: Solo disco

Importante:
Questo tipo di quorum non è raccomandato in quanto ha un singolo punto di errore.

Il tipo di quorum solo disco era disponibile in Windows Server 2003 ed è stato mantenuto per motivi di compatibilità, tuttavia si consiglia vivamente di non utilizzare mai questa modalità a meno che non sia diretto da un server di archiviazione. In questa modalità, solo il Testimone disco contiene un voto e non ci sono altri elettori nel cluster. Ciò significa che se il disco diventa non disponibile, l’intero cluster sarà offline, quindi questo è considerato un singolo punto di errore. Tuttavia, alcuni clienti scelgono di distribuire questa configurazione per ottenere una configurazione “last man standing” in cui il cluster rimane online, purché un nodo sia ancora operativo e possa accedere al disco del cluster. Tuttavia, con questo obiettivo di distribuzione, è importante considerare se l’ultimo nodo rimanente può gestire anche la capacità di tutti i carichi di lavoro che sono stati spostati da altri nodi.

Selezione quorum predefinita

Quando il cluster viene creato utilizzando Failover Cluster Manager, Cluster.exe o PowerShell, il cluster selezionerà automaticamente il tipo di quorum migliore per semplificare la distribuzione. Questa scelta si basa sul numero di nodi e sulla memoria disponibile. La logica è la seguente:

  • Numero Dispari di Nodi – Nodo di Maggioranza
    • Anche il Numero di Nodi
      • Disponibili Dischi del Cluster – Nodo & Disco di Maggioranza
      • Non Disponibile Cluster del Disco Nodo Maggioranza

Il cluster sarà mai selezionare il Nodo e la Maggioranza di Condivisione File o Legacy-Solo Disco. Il tipo di quorum è ancora completamente configurabile dall’amministratore se le selezioni predefinite non sono preferite.

Modifica dei tipi di quorum

La modifica del tipo di quorum è semplice tramite Failover Cluster Manager. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del cluster, selezionare Altre azioni…, quindi selezionare Configura impostazioni quorum cluster Settings per avviare la procedura guidata Configura quorum cluster. Dalla procedura guidata è possibile configurare tutti e 4 i tipi di quorum, modificare il testimone disco o il testimone Condivisione file. La procedura guidata ti dirà anche il numero di errori che possono essere sostenuti in base alla tua configurazione.

Per una guida passo-passo sulla configurazione del quorum, visitare:
http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc733130.aspx
.

Grazie!
Symon Perriman
Evangelista tecnico
Tecnologie cloud private
Microsoft

Aggiornato: 6 Novembre 2019 di Rob Hindman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lg