Cerchiamo di capire quella persona che non soddisfa i requisiti che avevamo pianificato, non sappiamo ancora come o in quale punto siamo d’accordo.

Da: Jasmine Lizarraga

novembre 13, 2017

“Tra il desiderio e la realtà c’è un punto di intersezione, di amore”

Octavio Paz

a volte ci sono così tanti desiderosi che ci si innamora, quando il desiderio comincia a diventare reale, si sveglia e sentimenti per qualcuno, è comune per visualizzare le domande. Ci chiediamo se non sarà solo una passione, se siamo il desiderio di amare, se sarà la persona giusta, insomma, cose e azioni che ci fanno credere che ciò che sentiamo non è reale. Sembra così improvviso e facile che possiamo rilasciarlo e boicottarci ancora una volta. A volte pensiamo che sia meglio arrendersi alle paure o alle insicurezze, perché è più facile rifiutare l’amore e incolpare la fortuna, piuttosto che arrendersi a una relazione ed esporsi a essere feriti.

L “idea di essere in grado di lottare per l” amore, anche nella situazione più scoraggiante suona come puro romanticismo, molto diverso dal pensare che arriva il momento e abbiamo semplicemente scegliere chi è. È la solita domanda: amiamo la persona o sono le circostanze? O forse l’amore si rivela con quella disposizione, come un velo che cade e restituisce la nostra vista proprio mentre liberiamo legami. Senza aspettare, l’amore appare quasi magicamente.

A quel tempo potrebbe essere troppo presto per usare la parola amore. Non spaventiamoci, diciamo che oggi la parola “amore” è sinonimo di quella capacità di vedere l’altro, di apprezzarlo senza qualificarlo. Ecco perché siamo senza parole in sua presenza, e guardiamo senza fatica il desiderio che si avvera, come se volessimo decifrarlo. Ma la mente è vuota, cerchiamo di capire quella persona che non soddisfa i requisiti che avevamo pianificato, non sappiamo ancora come o a che punto è che siamo d’accordo.

Poi c’è una strana sensazione che si impadronisce di noi e ci fa sentire come pazzi, assurdità che hanno perso il controllo di se stessi. Ci rendiamo conto che innamorarsi non cambia molto negli anni: la nostra pelle reagisce con la sua presenza, la sua forza e dolcezza, il suo tocco. E poi un altro dubbio attraversa la mente: siamo degni di amore? ci ameranno ancora dopo aver conosciuto i nostri vizi, le nostre contraddizioni? saranno “fuori di testa” con i nostri difetti, le nostre ferite e il nostro passato?

È probabile che con tanto pensiero lo stiamo complicando ancora di più, e che tutte le affermazioni che facciamo sono domande, sospetti che provengono da un’osservazione fatta a metà. Quella persona-come tutti-vuole amare ed essere amato; ma abbiamo messo gli ostacoli. E sicuramente ti ritrovi a pensare qualcosa di simile, chiedendoti se sarai ricambiato, se cerchi lo stesso, se dovresti rischiare tutto o ritirarti.

Alla fine non si tratta di altra persona, ma piuttosto la nostra capacità di vedere la straordinaria nell’altro; l’inspiegabile magia che senza dubbio nel momento esatto in cui, quando siamo pronti, e che è motivo di gioia, per celebrare quello che sentiamo. Non aver paura dell’amore, cercalo e, soprattutto, non stare con qualcuno solo perché la vita e le circostanze lo mettono sulla tua strada. Guarda altrove, perché sicuramente c’è qualcuno che merita davvero il tuo amore.

**

Se hai già trovato lo yin del tuo yang, ti consigliamo di seguire questi suggerimenti in modo che la tua relazione non diventi tossica. E se siete già in un rapporto e il sospetto che è il momento di finirla, leggere il seguente articolo che vi dirà se il vostro rapporto è risolto o è il momento di prendere il volo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

lg